New York

Il sindaco di New York vuole un equilibrio tra adozione di criptovalute e preoccupazioni normative

  • Il sindaco di New York City, Eric Adams, ha mantenuto la sua posizione positiva sulle criptovalute e Bitcoin (BTC) e ha rivelato che il suo obiettivo di trasformare lo stato in un hub crittografico rimane intatto.
  • Questa dichiarazione fa seguito a una nuova legge firmata dal Governatore di New York Kathy Hochul che vieta le operazioni minerarie a prova di lavoro (PoW) per un periodo di due anni nello stato.
  • Adams ha dichiarato che intende allineare i suoi obiettivi con gli sforzi in tutto lo stato per ridurre gli impatti ambientali delle attività di mining di criptovalute.
  • Il divieto di due anni sul mining di PoW potrebbe persino far salire a bordo altri stati e, curiosamente, la maggior parte dell'hashrate proviene dagli Stati Uniti.

Il sindaco di New York City Eric Adams, noto per la sua posizione positiva nei confronti dell'industria delle criptovalute, ha conquistato i titoli dei giornali dopo le sue recenti dichiarazioni. Crede che l'obiettivo di rendere New York un hub crittografico possa essere combinato con gli sforzi a livello statale per ridurre gli impatti ambientali delle attività di mining di criptovalute.

È interessante notare che questa affermazione segue le orme del crollo dell'ex scambio di criptovalute multimiliardario FTX, un evento che ha attirato l'attenzione di numerosi regolatori in tutto il mondo.

Le osservazioni arrivano in risposta a una nuova legge firmata dal governatore di New York Kathy Hochul che vieta le operazioni minerarie di prova di lavoro (PoW) per un periodo di due anni nello stato. Noto sostenitore della criptovaluta, il sindaco ha dichiarato a giugno che avrebbe esortato il governatore a porre il veto al disegno di legge.

Hochul, che ha spiegato la sua decisione in un promemoria, si è impegnata a "garantire che New York continui a essere il centro dell'innovazione finanziaria, adottando anche misure importanti per dare priorità alla protezione dell'ambiente".

Dopo che il disegno di legge sarà approvato, la città collaborerà con i legislatori per trovare un equilibrio tra l'espansione del settore delle criptovalute e i requisiti legislativi, come ha dichiarato Adams al NY Daily News.

Lui ha dichiarato:

"Lavorerò con i legislatori che sono a sostegno e coloro che hanno preoccupazioni, e credo che arriveremo a un ottimo punto d'incontro".

La moratoria mineraria PoW non solo limiterà le nuove operazioni minerarie, ma anche la continuazione delle licenze per le società che sono già operative nello stato. Il governo consentirà nuove operazioni minerarie PoW nello stato solo se si affida completamente alle energie rinnovabili.

In particolare, con 37.8% dell'hash rate della rete Bitcoin provenienti dagli Stati Uniti, il paese ha la percentuale più alta dell'hash rate di mining di Bitcoin a livello globale. Il divieto di due anni sul mining di PoW potrebbe essere costoso e persino far salire a bordo altri stati.

Adams, che è ancora impegnato a rendere New York un hub crittografico, ha dichiarato:

“Dobbiamo diventare un luogo accogliente per tutta la tecnologia. E la crittografia fa parte della tecnologia complessiva che stiamo esaminando. La domanda è: come possiamo fare scelte intelligenti in modo che New York City - e l'America - siano leader in questa nuova tecnologia? 

È interessante notare che il politico ha guadagnato popolarità nella comunità delle criptovalute dopo aver annunciato su Twitter le sue intenzioni di fare di New York City il "centro dell'industria delle criptovalute" e che avrebbe preso i suoi primi tre stipendi dopo la sua elezione nella criptovaluta.

Parte Dubey
Parte Dubey Autore verificato

Un giornalista crittografico con oltre 3 anni di esperienza in DeFi, NFT, metaverse, ecc. Parth ha lavorato con i principali media nel mondo crittografico e finanziario e ha acquisito esperienza e competenza nella cultura crittografica dopo essere sopravvissuto ai mercati ribassisti e rialzisti nel corso degli anni.

Ultime notizie